«Posso portare in Namibia il mio cuore spezzato?»

20 settembre 2011 
<p>«Posso portare in Namibia il mio cuore spezzato?»</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sono una grande appassionata di viaggi, ma talvolta faccio fatica a far comprendere alle altre persone cosa davvero significa per me muoversi nel mondo... È una sensazione forte, una esperienza che ti apre la mente il cuore e l'anima e a cui mi riesce difficile rinunciare. Vorrei sempre partire. In particolare, cosa ne pensi della Namibia per una neo-single col cuore spezzato?  

Linda, Treviso


Cara Linda,

so per esperienza personale quanto è difficile condividere fino in fondo le proprie passioni con altri. E quella per i viaggi non fa eccezione. Sicuramente, dal poco che mi scrivi di te, sei una ragazza curiosa, autonoma e senza pregiudizi. Di sicuro, non sarò io a frenare la tua voglia di partire! Ma...posso farti una domanda? O meglio: posso suggerirtene una da porti? E cioè: qual è la molla che spinge i tuoi passi?

È davvero il desiderio di esplorare il mondo, oppure quello di fuggire dal tuo? Chieditelo mentre organizzi il prossimo itinerario: viaggiare non significa fuggire, ma avventurarsi proprio in quei territori che ti mettono davanti a te stessa e alle tue più intime necessità, per risolverle definitivamente.

Circa la Namibia: è uno tra i Paesi più belli che si possano visitare, se ami la natura selvaggia, gli orizzonti sconfinati, e hai una predisposizione a fare vita outdoor, dormendo in tende e lodge, soprattutto nei mesi in cui il clima è più ospitale (e cioè aprile, maggio, settembre e ottobre).

Dalle dune di sabbia di Sossusvlei alla riserva naturale di Etosha (22mila chilometri quadrati), dal canyon di Fish River fino alla laguna di Walvis Bay, la Namibia è una lista di (belle) soprese che resteranno a lungo impresse nella tua memoria e sulla tua macchina fotografica.

Ti suggerirei, però, di condividere il viaggio con un'amica o un gruppo di amici: i grandi spazi naturali sono sicuramente un toccasana per lo spirito, ma per un cuore spezzato - e magari ancora sofferente- meglio avere qualcuno a fianco che sappia sostenerti negli inevitabili momenti di malinconia e di solitudine.

Info: www.namibiatourism.com.

 

(Testo raccolto da Fiamma Bini)

 

Avete rotto con lui e non sapete dove andare in vacanza? Siete stanche della solita vita ma non vi decidete a prenotare? Avete perso un po' di smalto e di entusiasmo? Siete proprio sicure di aver scelto la meta giusta per voi (e il vostro stato d'animo)? Scrivete a Style.it!

La traveltherapist Federica Brunini risponderà alle vostre mail e ai vostri messaggi nella sua rubrica La posta del viaggio!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Grazie Kiuky del tuo messaggio. E tanti nuovi buoni viaggi!

Kiuky 63 mesi fa

Sono tornata due settimane fa dalla Namibia e non posso che condividere quanto scritto da Federica. E' sicuramente uno dei posti più belli che abbia mai visto e ricco di tutto. Oceano, deserto, canyon e soprattotto l'Etosha regalano degli spettacoli indescrivibili... proprio per questo, però, consiglierei di condividere il viaggio con qualcuno: impossibile tenere dentro tante emozioni !!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).