Paese che vai, cucina che preferisci

di Simone Cosimi 

Un sondaggio firmato Hotels.com incorona la gastronomia italiana come la soluzione più gettonata dai viaggiatori mondiali (ovunque si trovino). E voi, come mangiate quando siete in viaggio? Esprimete qui le vostre preferenze

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Foto Corbis Images.

Foto Corbis Images.

Una volta si mangiava quello che si riusciva a trovare. Paese che vai specialità che trovi (anzi, che trovavi). L'esplosione e la pervasività della globalizzazione hanno trasformato non poco anche gli aspetti più strettamente gastronomici di un viaggio: poter infilarsi in un ristorante italiano a Tokyo o in un rinomato sushi-bar di Los Angeles ha mutato non poco la percezione della propria avventura. Ecco perché dal gigante del booking online Hotels.com hanno pensato di mettere in competizione le cucine del mondo e chiedere a quasi 30mila persone come preferiscono mangiare quando sono a zonzo per il mondo. Insomma: a prescindere da dove vi troviate, che tipo di ristorazione preferite?

Nessuna sorpresa al vertice della classifica: per i globetrotter planetari c'è la cucina italiana col 32% delle preferenze. Per quanto, come noto e valido anche per altre culture, quasi sempre i presunti ristoranti tricolori di italiano hanno solo il nome (già nel menù gli strafalcioni si moltiplicano fra "zuchinni" e "macaroni") e qualche foto appesa ai muri. Segue, ma con un certo distacco, quella francese, che raccoglie il 24% dei voti. Subito dietro all'accoppiata europea s'impennano le due cucine asiatiche più diffuse e apprezzate in tutto il mondo: la giapponese, forte dell'ormai consolidato boom del sushi, col 18% e la cinese, che mette insieme il 13% delle preferenze, grazie ai prezzi bassi e alle quantità abbondanti. «Il cibo giapponese - spiega Alison Couper di Hotels.com - è visto come ottimo esempio di cucina salutare e c'è una varietà di ristoranti giapponesi in ogni capitale multiculturale da avere l'imbarazzo della scelta. Il fatto che batta piatti più tipicamente vacanzieri come le tapas spagnole o i burritos è la prova della reputazione degli chef orientali».

Già, e la Spagna che fine ha fatto, con i suoi deliziosi piattini colmi di sfiziosità? È ovviamente in classifica ma solo alla quarta piazza (11%), precedendo di appena un punto percentuale la cucina statunitense (non sapevamo che ne avessero una), la messicana e la thailandese (entrambe all'8%). Chiudono la singolare classifica delle preferenze dei globetrotter mangioni i piatti indiani e taiwanesi, col 5% secco. Come dire: a tavola, che stiate visitando Mumbai come Stoccolma, Italia batte Mondo tre a zero.

E voi, come mangiate quando siete in viaggio? Partecipate al sondaggio.

DA STYLE.IT

  • News

    Le dieci spiagge da non perdere in Italia

    Le dieci spiagge da non perdere in Italia

  • Mamma

    Vacanze: Junior Training Family, il primo campus per famiglie

    Una settimana di laboratori creativi, giochi all’aria aperta, buon cibo e consigli per i genitori a Santa Maria di Lignano, vicino ad Assisi. Ecco come fare per partecipare!

  • Mamma

    Fine delle vacanze: lacrime davanti a scuola

    Dopo quindici giorni di vacanza la ripresa può essere dura. E il distacco tornare a essere un momento doloroso, pieno di lacrime. E se potessimo rendere tutto meno traumatico?

  • Casa

    A tavola tutti composti: almeno a Natale!

    Accademia Italiana del Galateo ha stilato 9 regole d’oro da seguire durante i pranzi e le cene di Natale, in collaborazione con Tenderly


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it