Rotterdam, il fascino del primo porto d'Europa

di Simone Cosimi 

Dopo i bombardamenti del 1940, una ricostruzione senza sosta ha regalato alla seconda città olandese uno skyline mozzafiato. Ecco i consigli per un week-end  tra arte, shopping e architettura

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Per tanti anni è stata una "città senza un cuore", per dirla con le parole dello scultore francese Ossip Zadkine.

Un'intera, drammatica giornata di bombardamenti, quella del 14 maggio 1940, ha strappato a Rotterdam buona parte della sua storia, legata con un doppio filo alla crescita portuale e commerciale: la Luftwaffe, nell'ultimo dei cinque giorni della rapidissima campagna d'Olanda, ha bombardato senza pietà la memoria della patria di Erasmo, teologo e umanista che ha cambiato la storia d'Europa. Se non del pensiero universale. Un vuoto che, assurdo dopo settant'anni, ancora si sente sulla pelle e che però, come per magia, si è trasformato nella cifra distintiva di una metropoli in rapidissima esplosione.

Dagli anni Cinquanta la ricostruzione non trova infatti sosta. E ha partorito uno straniante e avvolgente esempio di "città nuova": ad eccezione di alcune chiese e dell'incantevole quartiere di Delfshaven, nella parte nord-occidentale, Rotterdam è un continuo mix di stili, architetture, design e soluzioni creative che ne fanno, oltre che il porto più grande d'Europa, anche un'inedita esperienza di viaggio.

Arte e cultura, ovviamente, con le mostre del bel Museum Boijmans Van Beuningen ma anche con quelle del dirimpettaio Nai, l'imprescindibile Nederlands Architectuurinstituut, snodo essenziale per penetrare gusti e linee della progettazione nordica. Ma anche shopping: la seconda città dei Paesi Bassi pullula di flagship store, negozi, botteghe e rivendite di moda che espongono, come fossero gallerie d'arte, il meglio dello stile alternativo non solo di designer olandesi (come l'ammaliante Margreet Olsthoorn) ma anche di quelli più interessanti del Vecchio continente. D'altronde, quel gusto lo respiri a pieni polmoni mentre la giri: dall'Erasmusbrug, il ponte sulla Nuova Mosa - il fiume che taglia la città dando vita a una serie di canali che irrorano il centro d'acqua e imbarcazioni di ogni tipo - firmato da Van Berkel & Bos che è un po' il landmark cittadino, alle curiose case cubiche di Piet Blom fino alla nuova stazione centrale, in via di completamento, all'Euromast, la torre di 104 metri eretta mezzo secolo fa, e la Kunsthal di Rem Koolhaas, l'archistar locale che sta lavorando anche a tre nuovi grattacieli pronti nel 2013. Saranno i più grandi del Paese. La skyline nordica, insomma, è di tutto rispetto e, considerando le latitudini, di un coraggio newyorkese.

Ma Rotterdam è molto altro: un centro vivacissimo soprattutto nelle centralissime zone di China Town, del Lijnbaankwartier, del Central District e del Laurenskwartier, strapiene di locali di ogni tipo che la sera si riempiono di centinaia di etnie diverse, visto che la città portuale è la più cosmopolita dei Paesi Bassi: dai celebri coffee shop a posti assai più raffinati e arredati con un gusto inarrivabile. Il punto di partenza di un immenso porto lungo trenta chilometri che arriva fino al mare del Nord, dove ne nasce un altro appoggiato a un'isola artificiale visto che quello vecchio non basta più agli inarrestabili traffici con l'Asia. Un luogo di natura inaspettata, a dieci minuti dal centro, grazie al bosco Kralingse e all'omonimo lago, che circondano parte della città. Sensibilità che si ritrova anche nei nuovi, ambiziosi esperimenti di urban farming e rooftop gardening: fattorie urbane e orti sui tetti che si stanno diffondendo a macchia d'olio dietro l'impulso di combattive associazioni di giovani olandesi, che stanno cucendo in varie parti della zona nuove soluzioni per far circolare persone, idee e cultura in modi sempre diversi.

Insomma, ecco i nostri consigli per scoprire, dalla gastronomia ai divertimenti, i segreti della ventosa (e filosofica) Rotterdam.

>> Un weekend insolito a Firenze

>> Un weekend a Parigi (con shopping)

>> Un weekend di cultura ad Avignone

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it