I luoghi del cuore
la top ten

di Simone Cosimi 

Sesta edizione per il referendum del Fai che riporta alla luce le gemme nascoste della cultura e del paesaggio italiani: un milione di voti, oltre 10mila posti segnalati, vince la settecentesca Cittadella di Alessandria

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

La prima edizione è ormai di dieci anni fa: i votanti, all'epoca, furono appena 24.200. Un esperimento che, però, attraverso sei tappe, si è trasformato in fedele fotografia delle gemme oscure e dimenticate dello Stivale. Nel tentativo di dar loro nuova luce.

Per l'ultima edizione de I luoghi del cuore, il tradizionale censimento delle bellezze culturali italiane promosso dal Fondo ambiente italiano con Intesa Sanpaolo, a dire la loro sono stati infatti oltre un milione di persone. Segno di un'attenzione sempre più spiccata per i luoghi della cultura trascurati o semplicemente da valorizzare, per le ricchezze architettoniche e paesaggistiche del Bel Paese, in particolare quelle più a rischio: "In questo momento di crisi e di confusione un milione di cittadini ha voluto esprimersi con chiarezza - ha detto Giulia Maria Mozzoni Crespi, presidente onorario del Fai - segno che continuano ad aumentare gli italiani che hanno capito l'importanza del paesaggi che ancora resiste intorno a loro".

Non solo italiani, però: per la prima volta il sondaggio è stato aperto anche agli stranieri, che hanno inviato la loro preferenza da 123 paesi. Alla fine, i luoghi del cuore segnalati sono stati nel complesso 10.451. Tantissimi.

Su tutti, svetta la Cittadella di Alessandria, che ha raccolto 53.953 segnalazioni, seguita dalla Chiesa di San Nicola a San Paolo di Civitate (Foggia, 53.394 voti). Sul terzo gradino del podio l'abbazia benedettina della Ss. Trinità di Monte Sacro a Mattinata (sempre Foggia, 50.071 segnalazioni). Quanto alle Regioni, in testa la Puglia seguita da Campania, Piemonte, Lombardia e Toscana. Scorri le schede in alto per scoprire la Top Ten dei luoghi del cuore, angoli sconosciuti dello scrigno italiano da recuperare, salvandoli dall'oblio.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it