ITINERARI E METE

Le città del libro

28 marzo 2011

Le mete per bibliofili si moltiplicano in tutto il mondo. Attirano migliaia di visitatori le cosiddette città del libro, un consorzio di piccoli villaggi di campagna invasi da librerie antiquarie, festival letterari e negozi di volumi usati. E per chi sogna di calarsi nell'atmosfera del proprio romanzo preferito ci sono i tour letterari, per scoprire ambientazioni, retroscena ed episodi che hanno ispirato gli scrittori celebri.

Precedenti Successivi

Hay-on-Wye, Galles (UK)

1/8

Perché è la prima città del libro al mondo. Nel 1961 un lungimirante neolaureato ad Oxford, Richard Booth, decide di investire i suoi risparmi trasformando un vecchio cinema, una ex stazione dei pompieri e perfino un castello in negozi di libri usati. Oggi Booth è diventato il più grande rivenditore di libri usati in Europa, mentre il delizioso villaggio di Hay-on-Wye – abitanti 1500 – conta oltre 40 librerie. Tipica cittadina britannica immersa nella campagna , ha una popolazione colta e vivace, in grado di consigliare ed orientare tra le decine di migliaia di volumi in città, stampati in quasi tutte le lingue del mondo. È anche sede di un'omonima kermesse artistico-letteraria che ogni anno raccoglie scrittori, registi, attori e musicisti per divertirsi e discutere delle più svariate tematiche. L'Hay Festival ha avuto talmente tanto successo che diverse città lo hanno «importato» e ne fanno una propria versione: tra queste, Cartagena, Nairobi, le Maldive, Beirut, Belfast e molte altre.

POST-IT:

Dove dormire: The Swan Hotel, Church Street, Hay-on-Wye
Dove mangiare: Three Tuns Dining Pub, Broad Street, Hay-on-Wye
Link utili: Comune di Hay-on-Wye, Hay Festival

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI

    INTERESSANTI IN RETE

      Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
      Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).