ITINERARI E METE

Thailandia: le isole più belle

19 agosto 2011

Scopriamo insieme due delle destinazioni più suggestive della Thailandia: la provincia di Krabi, con le sue centocinquanta isole, tra cui la mitica "James Bond Island", e Koh Samui. Qui, tra fondali di corallo, massaggi tradizionali e full moon party, l'estate sembra non finire mai!

Info: Ente Nazionale per il Turismo Thailandese

Precedenti Successivi

Koh Samui, the good life

1/6

La terza isola per grandezza della Thailandia, dopo Phuket e Ko Chiang, è la meta del benessere per eccellenza. Non solo per le sue Spa, tra le migliori del Paese, ma per il relax che emana il suo paesaggio fatto di spiagge punteggiate di palme da cocco, cascatelle nascoste nella foresta tropicale e un mare che non teme rivali.

Tra i must di un tour isolano sono da includere la passeggiata, a piedi o a dorso d'elefante, alle cascate di Na Mueang e le giornate passate a far niente sulle spiagge di Hat Bo Phut, Ao Thong Sai, Hat Choeng Mon e Lamai. Quest'ultima, caratterizzata dalle grandi rocce granitiche popolarmente note come "grandmother" e "grandfather", gareggia in stranezza soltanto con il Mummified Monk.

Non distante dal tempio di Wat Khunaram, il corpo mummificato del monaco Luang Phaw Daeng è meta di pellegrinaggio dei fedeli thai, giunti fin qui per rendere omaggio alla sua saggezza. Da notare: sul viso l'uomo porta un paio di occhiali da sole!

Dopo aver visitato anche il Wat Phra Yai, il Tempio del Grande Buddha, la cui statua alta 12 metri domina la baia di Bo Phut, c'è tempo per un giri di shopping tra le bancarelle di Na Thon o Chaweng (Koh Samui è famosa per l'allevamento delle perle), e un drink nell'animata Hat Chaweng.

Ultimo avviso, per chi volesse noleggiare l'auto (fatelo, vi conviene!): attenzione, la guida è a sinistra!

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI

    INTERESSANTI IN RETE

      Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
      Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).