Se la Pasqua è low-cost

di Simone Cosimi 

Gli italiani non rinunciano alle vacanze ma accorciano durata e distanza: chi si muoverà rimarrà nel Belpaese per riscoprire Roma, in vetta anche per gli stranieri, Firenze, Napoli, Venezia, Milano e Assisi. All'estero si confermano invece i grandi classici di primavera: Parigi e Barcellona

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Roma, Foto Corbis

Roma, Foto Corbis

Le vacanze di Pasqua si fanno nel Belpaese. Gli italiani non rinunceranno, nonostante le terribili previsioni di Coldiretti che ne danno otto su dieci a casa con un calo del 20 per cento delle partenze, alla desiderata sosta fra il 29 marzo e il primo aprile, lunedì dell'Angelo. Ma saranno gite dal sapore decisamente low-cost, con poca cioccolata e poco tempo a disposizione. Secondo i numeri elaborati dall'osservatorio del cliccatissimo motore di ricerca e comparazione per hotel Trivago.it, il mercato domestico è infatti in crescita del 9 per cento rispetto all'anno scorso. Meno estero, insomma, più bellezze nostrane. La crisi, benché gli italiani cerchino di non mollare, morde: si cercano, infatti, mete in cui trascorrere quattro o cinque giorni, anche meno, e a medio-corto raggio per risparmiare su benzina, biglietti, tariffe e autostrade.

"Il flusso delle ricerche su Trivago.it per le festività di Pasqua è aumentato, per le destinazioni italiane, dal 61 per cento al 66,5 per cento - spiega Giulia Eremita, country manager di Trivago Italia - ma il numero totale di ricerche è rimasto stabile rispetto allo scorso anno. Gli italiani non rinunciano alle vacanze ma sembrano puntare sempre più al risparmio, con un occhio attento alle proposte più convenienti sul corto raggio e alla comparazione delle tariffe".

In vetta alle città più desiderate sia dagli italiani che dagli stranieri, in particolare tedeschi, spagnoli, francesi, americani e inglesi, si piazza Roma. Trainata anche dall'elezione di Papa Francesco e dal fascino primaverile in cui dà il meglio di sé spesso in autentici anticipi d'estate. Dopo la capitale, gli italiani optano per Firenze, Venezia, Milano e Napoli mentre su lungo raggio guardano ingolositi a New York oltre che al caldo di Miami, Dubai e Sharm el-Sheik. Fra gli stranieri la Città eterna è invece seguita da Barcellona, che per la prima volta supera la prediletta Parigi. Poi Londra, Amsterdam e Praga.

Anche un altro grande player online, Venere.com, conferma che i dati sono sostanzialmente corretti. In questo caso viene evidenziata anche una spiccata tendenza a ritardare le prenotazioni, confidando su qualche occasione last-minute. I numeri del gigante web dell'accomodation parlano però, allineandosi alle associazioni di settore alberghiere e commerciali, ben più allarmate, di una leggera flessione e di grande attenzione al costo. Su tutte, a comporre il 35 per cento della torta delle prenotazioni, c'è il quintetto Roma, Parigi, Firenze, Londra e Venezia. Insieme alle successive dieci (Barcellona, Milano, Praga, Amsterdam, Napoli, Madrid, Vienna, Istanbul in grande crescita, Torino e Assisi) danno una chiarissima fotografia delle preferenze degli italiani per la Pasqua 2013. Ma quanto si pagherà? L'indice dei prezzi stilato da Trivago.com (tarato su una camera doppia standard) parla, in media, di 138 euro per Roma, 203 per Venezia e 113 per Milano. Napoli, con i suoi 91 euro, è fra le mete più convenienti del Paese. La spesa media dei soggiorni si attesterà comunque intorno ai 270 euro a testa (meno 7 per cento sul 2012): a guidare la scelta sarà insomma il miglior prezzo.

LEGGI ANCHE:

>> Pasqua, come si festeggia nel mondo

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio