Chi bella vuole apparire in vacanza (un po') deve soffrire

28 aprile 2011 
<p>Chi bella vuole apparire in vacanza (un po') deve soffrire</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

È nata nel mondo anglosassone già da qualche anno. Circolava come un passaparola fino a farsi strada come una moda negli ambienti delle celeb. Oggi, la detox holiday è la vacanza-mania del momento, un trend che impazza in tutta Europa. Italia inclusa.

Starvation vacation, detox retreat o fit holiday: ce n'è per tutti i gusti, e per tutte le tempre. L'importante è il fine ultimo: rimetterti in forma, anche a costo di soffrire un po'. Sono ormai centinaia le offerte di hotel e resort che offrono pacchetti mini-break per ospiti che desiderano disintossicarsi da cibo, stress o lavoro, spesso sottoponendosi a un regime di dieta ferrea o a lunghe ore di attività sportiva.

Capofila nel trend sono state alcune spa e hotel di lusso che promettono di farti perdere peso in pochissimo giorni. Informalmente ribattezzata starvation vacation, ovvero vacanza-digiuno, tra le mete più in voga al momento ci sono gli alberghi cinque stelle della catena Von Essen, che ha fatto sua la cura disintossicante inventata da Stanley Burroughs, un culto anche conosciuto come la dieta Beyoncé (che avrebbe così perso 10Kg nell'arco di pochi giorni). In tre giorni di 'benessere', gli ospiti potranno godere dei confortevoli lussi dell'hotel sorseggiando un cocktail di limone, acqua e sciroppo d'acero.

Per i meno estremisti esistono delle varianti più flessibili (e anche più divertenti). A Denia, ad esempio, una pittoresca località turistica a un'ora da Alicante, la proprietaria del Renaissance Retreat ha lanciato l'idea della DanceFit holiday. Il pacchetto prevede cinque giorni di soggiorno, di cui quattro li passerai a "ridurre lo stress, recuperare energia, stamina e migliorare il tono muscolare". Come? Ballando senza sosta uno o più tra gli otto generi di danza a disposizione: salsa, flamenco, zumba, disco diva, Bollywood, contemporanea, anni '30 e burlesque.

C'è poi chi preferisce scaricare le tossine all'aria aperta, camminando per ore lungo sentieri e parchi. Per la precisione sei. Sono i 'passeggiatori' del Walking Festival, il festival del camminare che si svolge dal 16 aprile all'8 maggio lungo sei parchi naturali della costa toscana e sei arcipelaghi. Arrivato alla terza edizione, il festival è organizzato dal Parco dell'Arcipelago toscano e offre escursioni di mezza giornata o di una giornata intera, con accompagnatori esperti che guidano gli escursionisti alla scoperta di isole remote, itinerari storici e naturalistici. Che tu sia una camminatrice geo o sportiva, un'osservatrice bio o storica, un'escursionista gastronomica o naturalista, non dimenticare di munirti di binocolo, taccuino, scarponcini da trekking e mappa. Il programma completo lo trovi su www.tuscanywalkingfestival.it

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).