Weekend a Edimburgo

08 giugno 2011 
PHOTO MARIA TERESA MILLANTA -

Un fine settimana non è forse sufficiente per scoprire Edimburgo. Lo è però per innamorarsene. È una città ospitale, in bilico fra passato e presente: ornata di splendidi palazzi e di imponenti monumenti, con una natura rigogliosa che ti sorprende. E ti incanta.

Raggiungere Edimburgo dall'Italia è semplice: con British Airways, via Londra, dalle principali città italiane; con Easy Jet e Ryanair con voli diretti da Milano, Roma, Bologna e Pisa. L'aeroporto è funzionale e molto ben collegato al centro attraverso diverse compagnie di autobus (www.flybybus.com, www.lothianbuses.com, www.nightbuses.com) e un ottimo - e non troppo costoso - servizio taxi.

La ricettività alberghiera offre un'ampia scelta: da hotel di gran lusso a soluzioni più economiche. Noi abbiamo preferito un delizioso boutique hotel in una zona centrale, il Tigerlily, situato in una strada che ci ha consentito spostamenti rapidi verso qualsiasi zona della città sia a piedi, sia con i trasporti pubblici.

Ottima accoglienza, dettagli ben curati, e molto in voga per l'aperitivo e per la cena. Più formale e altrettanto comodo il celebre The Balmoral. Per chi preferisce l'understatement il One Royal Circus è un defilato bed and breakfast di lusso con sole 5 stanze e nemmeno un'insegna che lo segnali.

Il contrasto fra la bellissima Old Town medievale e la New Town georgiana, le rocce e le colline vulcaniche, le incredibili gradazioni di verde dell'erba e il blu del mare che si intuisce fanno di Edimburgo una città davvero unica. Cartina alla mano, ci accorgiamo subito che sono molti i luoghi da visitare nella capitale scozzese: Princes Street, una delle strade principali di New Town ha un lato con negozi di ogni genere e uno costeggiato da bellissimi giardini, con la National Gallery of Scotland, con quadri di Tintoretto, Raffaello, Tiziano e Velàzquez.

Una breve salita la collega al Royal Mile, una famosa strada lunga un miglio con molti negozi, ristoranti e musei. A una estremità l'imponente castello della città e all'altra la residenza della Regina in Scozia, il Palace of Holyroodhouse, con la sua spettacolare abbazia. Percorrendolo si può decidere di scoprire i segreti del più famoso distillato nazionale alla Scotch Whisky Experience.

Da ogni angolo della città non si potrà poi ignorare lo stravagante tempio in cima alla collina di Calton Hill, in origine pensato per commemorare i caduti delle guerre napoleoniche, e rimasto incompiuto per mancanza di fondi.

Perdersi e ritrovarsi per le strade di Edimburgo, scoprendo giardini, palazzi e piccole curiosità, soprattutto la sera, ha poi un fascino tutto speciale. La città offre anche molte opportunità in campo gastronomico. Per chi non ha paura di sperimentare c'è lo haggis: un piatto tradizionale a base di interiora.

Da non perdere anche la cena in un tradizionale pub. Noi ci siamo sbizzarriti a provarne qualcuno nell'animata Rose Street. Ristorante turistico ma molto d'effetto (e un po' più caro) il celebre The Witchery by the Castle, molto bello e più defilato il Cafe Royal.

Un'ultima passeggiata per acquistare qualche shortbread e scopriamo anche Bibi's in Hanover Steet con le sue golose cupcakes a cui non sappiamo rinunciare. Poi, magicamente, incontriamo una banda di cornamuse che percorre le strade della New Town, indossando il kilt. Non poteva esserci nulla di più romantico e malinconico di quel suono per salutare questa bellissima città.

Info: http://citygateways.visitscotland.com/it

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).