Alla scoperta di antiche dimore storiche

20 giugno 2011 

Porte aperte alla storia e al lusso il 15 e 16 ottobre 2011, quando le maison del gruppo LVMH apriranno i battenti al pubblico. A disposizione per visite ci saranno i siti più rappresentativi del loro patrimonio: atelier, tenute, hôtel particuliers, dimore di famiglia e boutique storiche, per un totale di oltre 25 siti in Francia (tra Parigi e provincia), Italia, Spagna, Regno Unito e Polonia.

Con orgoglio Antoine Arnault, amministratore del gruppo LVMH, afferma «Questi luoghi sono dei veri e propri tesori viventi, sono il prezioso scrigno dei talenti che ciascuna maison del gruppo esprime. Siamo felici di svelarli al pubblico e ci auguriamo che i visitatori provino la stessa emozione e il medesimo stupore che provo anch'io ogni volta che mi avvicino ad essi. Ogni maison possiede il proprio patrimonio, unione particolare di eccellenza e audacia. Unite in un unico gruppo, si sostengono a vicenda, condividono una comune passione per la perfezione, e traggono dalle tradizioni che le caratterizzano quella creatività e la modernità che sono alla base del loro prestigio a livello mondiale".

Oltre al prestigio e al patrimonio architettonico, notevoli e unici sono poi i contesti particolari in cui queste residenze sorgono, dove sono vivi ancora oggi mestieri d'un tempo. Varie le abilità, ma in comune la dedizione ai tessuti, ai profumi, alla gioielleria, alla lavorazione del cuoio o alla tradizione del vino, vera e propria passione del gruppo.

Un'opportunità per imparare a conoscere luoghi anche fuori dalla scena classica, ma assolutamente meritevoli di una visita.

Il 20 giugno, intanto, parte una campagna pubblicitaria del Gruppo incentrata sulla scoperta della manualità e del savoir-faire delle maison.

 

Info: Les journées particulières LVMH

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).