Si scrive Costa Navarino, si legge relax e privacy

20 luglio 2011 
<p>Si scrive Costa Navarino, si legge relax e privacy</p>

In Grecia, diretti a sud, fra la coste frastagliate del Peloponneso si taglia infine verso Ovest per affacciarsi sulle acque limpide in direzione dello Ionio. Ci si ritrova così in Messinia, su una serie di bellissime spiagge che - una volta teatro di battaglie fra civiltà madri del Mediterraneo - oggi regalano un angolo di perfetta quiete e benessere.

Curiosi i nomi, insolite le forme (simile ad un omega la splendida Voidokilia Beach o suggestiva quella di Sfaktiria), queste spiagge sono dorate e dalle acque cristalline, ben riparate e si alternano a lagune naturali, specie verso Gialova, a testimonianza dell'incontaminata area presso cui ci si ritrova.

Luogo di sosta e passaggio per fenicotteri rosa e uccelli migratori fra Africa e Nord Europa, la zona si presta a escursioni sportive, naturalistiche e archeologiche. Poco distanti dalla costa ci sono infatti gli scavi di Iklaina, dove sono stati rinvenuti solo l'anno scorso importanti frammenti d'epoca micenea, fra cui trascrizioni tra le più antiche in Europa.

Per quanti oltre al mare e al sole sono poi esigenti sull'ospitalità, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Qui, nell'area che ospitava ben 6500 ulivi, è stato progettato e in parte realizzato un complesso che prevede Navarino Dunes, Navarino Bay, Navarino Blue e Navarino Hills, in pieno stile locale, con un occhio di riguardo al design ma che ha previsto, poi, la ripiantumazione degli stessi alberi tipici della zona, con un successo ambientale enorme.

Di prossima realizzazione gli impianti fotovoltaici per tutta l'area. Già presenti, invece, vari bacini per la raccolta dell'acqua piovana, utili per irrigare ettari ed ettari di campi di golf, tra i più rinomati del Paese e già operativi.

Ottimo il connubio lusso-ecologia, dunque, che da quelle parti sembra non solo sostenibile ma anche un plus per i viaggiatori più ricercati.

Qualche coccola è d'obbligo e le SPA non mancano: a base di risorse locali fra thalassoterapia e trattamenti di oleoterapia, tutti di primo livello. Così fra ulivi e specchi d'azzurro, l'area rappresenta un concentrato di sophisticated relax, ancora lontano dalle folle vacanziere e dedicato esclusivamente a chi cerca un piccolo paradiso naturale, anche in famiglia.

Ci sono almeno tre cose da non perdere in Costa Navarino, secondo le tre filosofie che lì riassumono la vacanza: sostenibilità , apprezzando gli spazi e la privacy garantita da un ambiente preservato ed incontaminato; lusso, per l'ospitalità dei resort che qui sorgono seguendo progetti dai dettagli unici (si trova qui la Royal Villa Koroni premiata come Best Suite Interior Design of the year 2010); e relax, quello che di giorno godrete sulle spiagge private, e al tramonto ordinando un drink davanti allo spettacolo di una sfera infuocata che si tuffa in un mare azzurro. Una vacanza unica, in limited edition.

Proposta viaggio: Fino a settembre, soggiorno al lussuoso The Romanos doppia standard in B&B con numerose facilities ed ambiente design a partire da 250 euro a notte. Voli Aegean da Milano per Kalamata (1 ora d'auto dalla Costa Navarino) via Atene a partire da 238 euro più tasse aeroportuali. Info: Costa Navarino.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).