Halloween? Tre borghi da scoprire

27 ottobre 2011 
<p>Halloween? Tre borghi da scoprire</p>

(Luigi Bavagnoli. Foto@ Valentina Giammarinaro)

Molti sono i luoghi spettrali in cui trascorrere momenti da brivido, lontani da discoteche o locali tematici, dove poter provare qualche sussulto reale. Luigi Bavagnoli, presidente del Teses, l'associazione culturale di ricerca, studio ed esplorazione di ambienti sotterranei realizzati dall'uomo (vi ricordate le sue partecipazioni al programma Mistero? Eppoi Rai1, Rai3, Fox Channel) ce ne propone tre.

Sono i paesi abbandonati, come Carco (Potenza), un villaggio abbandonato a causa di una frana avvenuta negli anni '70, in cui, si dice, ogni notte si verifichino strani fenomeni, si sentano passi, rumori e addirittura grida! Alcune luci comparirebbero in modo inspiegabile terrorizzando i curiosi. Immancabile anche il vecchio castello ed una chiesa (S. Vincenzo).

Oppure Reneuzzi, sui monti liguri, ma ancora in provincia di Alessandria, una suggestiva frazione disabitata divenuta meta di cacciatori di fantasmi e caratterizzata da un silenzio irreale, dove un tempo si aggirava un assassino.

C'è anche l'antico borgo di Consonno (Olgiate - Lecco), ma quasi totalmente demolito dall'industriale conte Bagno per realizzare un bizzarro centro commerciale, obbligando gli abitanti ad andarsene. Dopo pochi anni di fortuna venne via via dimenticato anche a causa di una frana che interruppe la strada di collegamento isolandolo. Si trovano ancora sale da gioco e da ballo, sfingi, cannoni, colonne doriche, i vecchi cartelli arrugginiti che gli conferiscono un fascino gotico e lugubre.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).