Le nuove proposte delle compagnie aeree

di Simone Cosimi 

Dalla super First Class della Swiss ai menù bio della Etihad passando per i bagni al femminile sulla All Nippon, gli iPad su Qantas e i divani-coccola su Air NZ. Ma occhio: WizzAir vuole farci pagare il bagaglio a mano

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Dice bene l'esperto del New York Times, Jay Sorensen: "Quelle che una volta erano compagnie aeree si sono trasformate in supermercati che vendono praticamente di tutto intorno a un prodotto-base chiamato posto".
E se pensiamo che un sondaggio statunitense ha appena appurato che il 10% dei passeggeri sarebbe disposto a pagare fino a 10 dollari pur di scendere prima degli altri dal velivolo, c'è da credere che le follie aeronautiche non abbiano che da guardarsi intorno per scovare l'ennesimo balzello in cambio di un presunto servizio.

Non tutto, però, è da buttare. E allora, abbiamo voluto raccogliere sei piccoli-grandi casi di attenzione al cliente (buona parte, s'intende, a lauto pagamento) e uno scivoloso tentativo, al contrario, di minare l'ultimo spicchio di libertà concessagli: quello del bagaglio a mano. Sì, qualcuno vorrebbe farci pagare anche la borsa o lo zaino.
Dal bagno (solo) per le donne a come portarsi appresso Fido e Micio passando per i menù bio coi polli arabi e le prime classi da urlo: sette passi per approfondire la vostra flight experience.

E in più... ecco qualche dritta per fare un bagaglio a mano 10 e lode!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it