Agenda eventi

23 maggio 2011 
<p>Agenda eventi</p>

Torna a ABRUZZO

 

GENNAIO
PARCO D'INVERNO Due giorni con le ciaspole nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, partendo da Pietracamela (Te), con gli alpini e la sezione abruzzese del Cai.

MARZO/APRILE
LA CORSA DI MARIA Alle 12 del giorno di Pasqua a Sulmona la confraternita di Santa Maria della Tomba corre con la statua della Madonna in mezzo alla folla, per annunciare la resurrezione.

MAGGIO
LE SERPI E SAN DOMENICO
A Cocullo (Aq) ogni primo giovedì di maggio sfilano per il paese la statua del santo e i suoi devoti, coperti di (innoqui) cervoni per chiedere la protezione dagli animali velenosi e rabbiosi (comune di Cocullo: tel. 0864 49117).

LUGLIO
PREMI FLAIANO
A Pescara, due settimane di incontri, tavole rotonde, proiezioni con il pubblico per arrivare alla proclamazione dei vincitori delle varie sezioni.

AGOSTO
LA PADRONANZA CELESTINIANA
Per ricordare e celebrare l'indulgenza plenaria donata dal papa Celestino V all'Aquila e al mondo, la Bolla papale viene portata in corteo. Oltre 1.000 i figuranti in costume.
IL CATENACCIO La festa è un'occasione unica per ammirare i costumi delle donne di Scanno (Aq) che per questo corteo nuziale indossano anche le circeglie, gli orecchini di filigrana, la presentosa, il laccio e l'amorino della tradizione orafa del paese.

SETTEMBRE
LA CORSA DEGLI ZINGARI Nel dialetto di Pacentro (Aq) zingaro è chi corre senza scarpe: come i devoti della Madonna di Loreto che la prima settimana del mese corrono dalla Pietra Spaccata fino al paese.

OTTOBRE
LA SAGRA DEI CUOCHI L'istituto alberghiero di Villa Santa Maria (Ch) è noto nel mondo come «la scuola dei cuochi». Per tre giorni, nella cittadina, alta cucina, ospitalità, concorsi culinari e spettacoli gastronomici.

NOVEMBRE
L'OLIO NUOVO Percorso a tappe nei frantoi e nei musei dell'olio e degustazioni di piatti tipici: è Frantoi aperti a Loreto Aprutino (Pe), una delle zone di produzione dell'extravergine più note della regione (info e prenotazioni tel. 085 8290213).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

Maggio: FESTA MADONNA DELLA LIBERA: Il culto della Madonna della Libera [modifica] Secondo la leggenda, durante la terribile peste del 1456, un contadino sognò la Madonna liberatrice, che gli annunciò la fine dell’epidemia. Svegliatosi l’uomo scorse tra le macerie della chiesetta dove si era rifugiato un quadro raffigurante la Vergine ed esclamò: “Madonna, liberaci!”. Dopo la fine dell'epidemia il quadro, trasportato al paese, venne posto all’interno di una nuova chiesa appositamente costruita e divenne oggetto di particolare venerazione. La festa si celebra ogni anno la prima domenica di maggio e l'organizzazione è affidata ad un "comitato di laici", rinnovato ogni anno, all'interno del quale figure importanti sono il presidente e la "mastra", a cui è affidata la guida delle "cercatrici", con il compito della raccolta delle offerte. I festeggiamenti iniziano il venerdì precedente, con l'arrivo della "compagnia di Gioia dei Marsi", un gruppo che compie a piedi il pellegrinaggio tra i d

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).