Gole di Celano (AQ)

19 maggio 2011 
<p>Gole di Celano (AQ)</p>
PHOTO GIUSEPPE CORTE -

Torna a ABRUZZO

 

Non sono esattamente il Grand Canyon, ma le Gole di Celano, con le loro pareti verticali, la fitta vegetazione, e le cascatelle d'acqua, sono davvero suggestive. Si parte da Ovindoli, lungo una strada che dopo pochi chilometri devia in una carrareccia: subito trovate una fonte e le indicazioni per proseguire, attraverso un valloncello o con un sentiero ripido (un po' in salita). Nelle gole si attraversa il torrente la Foce, fino ad arrivare alla Fonte degli Innamorati, che sgorga dal soffitto di una grotta. Il tratto più suggestivo delle gole è poco più avanti, con i muri rocciosi che si avvicinano (ma verso Celano si allargano di nuovo).

In paese, dominato dal castello Piccolomini, si mangia al ristorante Guerrinuccio (Borgo Sardellino, Aielli, tel. 0863 791471; 30 €) e si dorme al semplice ma accogliente hotel Il Rifugio (via Margine 15, Aielli, tel. 0863 791554; 50 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).