Guardiagrele (CH)

19 maggio 2011 
<p>Guardiagrele (CH)</p>

Torna a ABRUZZO

 

Da una parte l'Adriatico, dall'altra il maestoso profilo della Majella: circondata da mura con quaranta torri, Guardiagrele è davvero la «terrazza d'Abruzzo» cantata da D'Annunzio. Su via Roma, il corso della città, le botteghe artigiane delle due eccellenze locali: oreficeria (con le presentose, i ciondoli con cui le ragazze indicavano il loro stato di famiglia, da comprare alla gioielleria Cristini o da Maurizio D'Ottavio) e ferri battuti. La gastronomia ha altre due specialità: la porchetta aromatizzata con le erbe della Majella, e le «sise delle monache», paste frolle con la crema, da assaggiare alla pasticceria Lullo.

A due passi dal paese si mangia al raffinato La Grotta dei Raselli (loc. Comino, tel. 0871 808292; 35 €). Per dormire spostatevi a Semivicoli. Qui l'azienda vinicola Masciarelli ha vigne, colline, cantine e il Castello di Semivicoli, un palazzo baronale trasformato in splendido hotel con suite design (via San Nicola 24, tel. 0871 890045; 132-187 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).