L'isola bisentina (VT)

19 maggio 2011 
<p>L'isola bisentina (VT)</p>

Torna a LAZIO

 

Proprietà privata della famiglia dei principi del Drago, ci si arriva in barca da Capodimonte, che già da solo vale una visita, per la sua bella rocca Farnese e per il Palazzo Poniatowski del Valadier. Sull'isola si trovano resti farnesiani, come l'edicola del Sangallo, la chiesa dei santi Giacomo e Cristoforo, il convento francescano e le rovine della Malta dei Papi, ovvero il carcere scavato nel tufo e destinato (a vita) agli ecclesiastici che si macchiavano di eresia. La vedrete dall'acqua, perché i proprietari non la aprono al pubblico. Durante l'estate avrete anche il tempo per fare un bagno e per raggiungere la più piccola isola della Martana (www.navigabolsena.com; 8 €).

Sulle sponde del lago si trova l'Agriturismo Antica Cassia, che è anche azienda agricola (SS Cassia km 108,150, loc. Arlena, tel. 348 5713944; da 450 € la settimana per 4). Per mangiare i lattarini o il coregone, vale la pena andare a Bolsena, da Picchietto (via Fiorentina 15, tel. 0761 799158; 30 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).