Terme di Suio (LT)

19 maggio 2011 
<p>Terme di Suio (LT)</p>

Torna a LAZIO

 

Dovrete scendere ai piedi del castello di Forma di Suio, proprio di fianco al fiume Garigliano, per scovare le sorgenti di acque sulfuree. La zona era nota già in epoca romana, tanto che le acque erano chiamate Vescinae da Plinio e da Lucano, e molto frequentata nel periodo dell'impero: in località Sant'Antonio è stata scoperta la cosiddetta vasca di Nerone, dove è stata rinvenuta una sedia balneare di porfido.

A Castelforte l'Osteria Terra di Briganti propone zuppe di legumi e verdure, zite al sugo di capra e carni alla brace (via delle Terme 34, tel. 0771 608730; menu 20 €). Per dormire conviene tornare sulla costa, più organizzata. A Gaeta, in un palazzetto del '400, c'è il b&b MilleQuattrocento (via Aragonese 10, tel. 0771 463974; 80 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).