Eremo di S. Leonardo (FM)

19 maggio 2011 
<p>Eremo di S. Leonardo (FM)</p>

Torna a MARCHE

 

Già solo per la storia che c'è dietro, vale la pena fare una visita all'eremo di S. Leonardo: un frate eremita, Frà Pietro, trent'anni fa decise di ricostruire, da solo e senza ricchezze alle spalle, l'eremo, di cui erano rimasti in piedi solo i muri perimetrali peraltro cadenti. Bene, padre Pietro Lavini ce l'ha fatta e ora l'eremo è lì, da vedere. Per arrivarci bisogna camminare un paio d'ore su una salita che, tra i faggi, costeggia un fiume e attraversa un canyon naturale. La passeggiata potrebbe anche finire allo spiazzo dell'eremo, dopo una rinfrescata alla fontana. Per chi invece avesse la forza di proseguire, è bene sapere che da qui partono altri sentieri. L'escursione meno faticosa è quella che porta alla cascata del rio o «cascata nascosta». Diciamolo: non è mozzafiato, è strettina e un po' infrattata, ma dà soddisfazione arrivarci.

Per dormire: La querceta (via Villa Marnacchia 2, Amandola; 80 €). Per mangiare c'è l'agriturismo Antico Mulino (via Tenna 3, Montefortino; 25 €) dove si trovano tagliatelle fatte a mano, tartufo e solo prodotti tipici, che si possono poi acquistare sul posto.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).