La scelta di Vittorio Sgarbi

23 maggio 2011 
<p>La scelta di Vittorio Sgarbi</p>

Torna a MARCHE

 

«Treia ci appare come un incidente miracoloso e miracolante, qualcosa di inatteso e sorprendente, qualcosa a metà strada tra la percezione della realtà oggettiva e la dimensione atemporale della visione. Si cerca di comprenderla facendo appello alle nostre conoscenze, di leggere ciò che ci si presenta agli occhi per metterlo in relazione con quanto sappiamo ma non serve a molto. Valadier, artefice come nessun altro della "forma urbanis" di Treia, ci sembra irriconoscibile rispetto all'architetto del Duomo di Urbino o di Piazza del Popolo a Roma: qui geniale convertitore delle vivacità rococò nelle prime cadenze neoclassiche, lì rispettoso applicatore di un codice tutto dedito all'esaltazione dell'ufficialità e dell'evocazione di un grandioso passato. Alla fine ci rassegniamo, sentiamo che non potremo capire fino in fondo».

(da Viaggio Sentimentale, Bompiani, pag. 169).

 

MANGIARE Il Casolare dei Segreti Arredato nel rispetto della tradizione contadina, il casolare propone una cucina tipica marchigiana, rivisitata in chiave moderna (c.da San Lorenzo 28, Treia, tel. 0733 216441; 35 €).

DORMIRE Villa Quiete Residenza del XVIII secolo immersa in un parco, da vivere in una suite nel piano nobile (loc. Vallecascia, Montecassiano, tel. 0733 599559; 110 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).