Acquaviva Collecroce (CB)

19 maggio 2011 
<p>Acquaviva Collecroce (CB)</p>

Torna a MOLISE

 

Turisticamente il Molise è una terra sconosciuta: puoi cercare per chilometri un ristorante e non trovarlo, e impazzire per scovare un buon hotel, ma c'è una cosa di cui stare abbastanza certi: l'accoglienza è meravigliosa. Una dimostrazione l'avrete all'Azienda vinicola di Vincenzo e Filomena Cianfagna, ad Acquaviva Collecroce. Qui si viene per il Tintilia, il vitigno autoctono - e unico doc - del Molise. Vincenzo vi racconterà la sua storia passeggiando tra le vigne sulle colline a 500 metri, visitando la cantina, e degustando il vino di punta, il Sator, ovvero Tintilia in purezza, color rosso rubino e profumo di mora selvatica. Nel frattempo è possibile che la madre abbia preparato qualche ricetta tipica, che è difficile provare altrimenti, visto che - come si diceva - non ci sono ristoranti. Qui siamo in uno dei paesi molisani di origine croata: si parla il satavo e anche la cucina è speciale (contrada Bosco Pampini, tel. 0875 970253).

Tappa numero due sulla strada del vino, l'Azienda Terresacre a Montenero di Bisaccia per degustare il molise rosso doc Rispetto (contrada Montebello, tel. 0875 960190). Si dorme e si cena nell'agriturismo dell'azienda, Il Quadrifoglio, 20 camere con balconi che guardano sulla campagna, una piscina, e il mare a un passo (tel. 0875 960190; 100 € in mezza pensione).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).