Una città a tre livelli

20 maggio 2011 
<p>Una città a tre livelli</p>

Torna a MOLISE

ROSAMARIA LALLI storica dell'arte
75 anni, è nata a Ripalimosani. Suo marito Renato Lalli (scomparso un anno fa) è stato storico, studioso di storia locale e ricercatore di fonti.

 

«Il Castello Monforte (viale della Rimembranza) è stato il primo nucleo abitativo di Campobasso. Fuori dalla cerchia muraria, ancora visibile anche se c'è molta vegetazione, nel 1800 è cresciuto il borgo murattiano. Ancora oltre, è nata la città moderna, organizzata dall'architetto Bernardino Musenga. Tre, quindi, sono i livelli per capire davvero questa splendida città. Nella zona antica, le chiese romaniche di San Giorgio (viale del Castello) e San Bartolomeo sulla salita omonima non hanno uguali per l'essenzialità delle linee e i bassorilievi, opera di artigiani e non di artisti.

La Cattedrale (piazza Prefettura) invece è interessante per l'inconsueto porticato neoclassico. A pochi chilometri da Campobasso c'è Ripalimosani, pittoresco paese dove sono nata che poggia su una collinetta di tufo. Sui tetti delle casette del borgo antico svetta un campanile a cupola maiolicato che ricorda lo stile orientale: è quello della chiesa di Santa Maria Assunta (piazza del Popolo). A parte belle pale d'altare, all'interno è custodita la terza copia (in ordine cronologico) della Sacra Sindone, una riproduzione autentica del sacro telo che si trova a Torino. Si dice che l'autore lavorò in ginocchio e a capo scoperto per rispetto della reliquia. Sempre sulla stessa piazza asimmetrica, nella parte alta del centro storico, il Palazzo Ducale».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).