Toscana: i borghi segreti

09 maggio 2011 
<div
style="margin: 8px; color: #000000; font-family: Verdana,Arial,Helvetica,sans-serif; font-size: 10px; background-color: #ffffff;">
<p>Toscana: i borghi segreti</p>
</div>

Torna a TOSCANA

SARTEANO Diavolo di un affresco!
Perché andare a Sarteano? Per la bella rocca medievale, la chiesa di San Martino del XII secolo con l'Annunciazione del Beccafumi, i palazzi rinascimentali e la Tomba della Quadriga infernale nella necropoli etrusca delle Pianacce, con affreschi che raffigurano una «diavolessa» fulva, oggi ricostruita nel Museo Civico del borgo. E poi, ancora, per la sorgente termale in centro e la terrazza sulla Val d'Orcia nella frazione di Castiglioncello sul Trinoro, minuscolo centro medievale tutto in pietra con un castello con gli scavi ancora aperti.

Mangiare A 500 metri dalla piazza centrale, all'Albergo Roberta: ambiente rustico e cucina casereccia (via Adige 19, tel. 0578 265636; 25 €). 
Dormire In un'elegante casa di campagna c'è La Sovana: appartamenti, camere e un ristorante di territorio (via di Chiusi, tel. 0578 274086; da 58 €).

 

Castello Ginori di Querceto
A casa dei Marchesi

CASTELLO GINORI DI QUERCETO A casa dei Marchesi
Qui ci si ritrova a «casa» di una delle dinastie più antiche di Toscana. Sorto nel Mille, è passato nei secoli dal dominio di Massa Marittima ai Visconti di Milano, dai re d'Aragona a Firenze e infine, dal 1786, ai Marchesi Ginori. Perché tanto interesse? Posizione strategica e ricchezza di minerali. Mille le attività che oggi animano la «piazza»: corsi di cucina, eventi culturali, degustazioni e shopping gourmand dei prodotti dell'azienda agricola di famiglia.

Mangiare Nel vecchio casale de Le Giunche (Guardistallo, tel. 0586 652073; 20 €), dove si gustano prodotti d'orto. 
Dormire Nei 10 appartamenti e nella guest house del borgo Ginori, con ristorante e piscina (Ponteginori, tel. 055 282433; 90 €).

TOSC-Lucignano(1)

ROCCHETTE DI FAZIO Quattro gatti in Maremma
Semproniano, Scansano, Pitigliano, Saturnia (con le sue terme) sono i più celebri borghi della Maremma da non perdere, ma lungo la strada, deviate per Rocchette di Fazio: nessuna macchina in circolazione, più gatti che uomini (23 abitanti) e in cima al paese una panchina che invita a sedersi per ammirare il panorama. In sottofondo, solo il rumore del fiume a valle. Un quadro tra mura del Duecento dominato da un castello. Qui vicino, la misteriosa pieve di Santa Cristina, forse un antico avamposto dell'Ordine dei Templari.

Mangiare Zuppe, acquacotta, pasta fresca e tartare di manzo a Il Mulino di Moreno Picchietti (via Roma 112, Semproniano, tel. 0564 987075; 20 €).
Dormire Fra gli ulivi e le querce de La Conserva (tel. 0564 987209; 55 €), 5 camere e colazione a base di prodotti locali.

 

LUCIGNANO A spasso tra i ricchi e poveri
Per apprezzarne la struttura bisognerebbe sorvolarlo in elicottero. Solo dall'alto si può infatti notare la particolare forma ellittica che fa di questo borgo dell'aretino una delle rarità urbanistiche medievali d'Italia. Una volta a terra, ci si perde nel labirinto di vicoli, fra la «via ricca», via Matteotti, dove si trovano i palazzi nobiliari, e la «via povera», via Roma, con abitazioni più modeste, fino ad arrivare al Palazzo Comunale, alla Chiesa di San Francesco e alla Collegiata.

Mangiare A 20 km da qui c'è il Castello di Gargonza, borgo medievale con 45 camere e un ristorante dove si mangiano pasta fatta in casa e tagliata (Monte San Savino, Ar, tel. 0575 847021; menu 27 €).
Dormire Ha 27 camere, wine bar, ristorante e piscina la graziosa Locanda dell'Amorosa, ricavata in un borgo del '300, a 20 minuti da Lucignano (località l'Amorosa, Si, tel. 0577 677211; 195 €).

 

 

 

 

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).