Pale (PG)

19 maggio 2011 
<p>Pale (PG)</p>

Torna a UMBRIA

 

Il censimento del 2001 gli attribuiva 30 abitanti. Ora sembrano quasi di meno, eppure da Pale è passata la storia: qui nell'età del rame sorgeva un tempio dove gli aruspici osservavano il volo degli uccelli, i romani ci fondarono una città, e una strada per attraversare (incolumi) il territorio degli Umbri Plestini. Nel Duecento, schiacciato contro la roccia della montagna, fu costruito un eremo che divenne meta di pellegrinaggio (raggiungerlo per il ripido sentiero, compresi i 300 scalini, era mezzo di purificazione), e il paese si trasformò in un borgo fortificato con mulini, cartiere e palazzi, sull'orlo di un dirupo e nel cuore di una foresta di lecci. Qui si fanno bellissimi trekking naturalistici, o si può prendere la prima lezione di arrampicata sportiva, sulla falesia «santa» del Monte Pale (chiamate Sergio per arrampicare: tel. 347 1843033; 40 €. Per le passeggiate Alessandra: tel. 347 5757927; 15 €). Da sapere: per visitare l'eremo chiedete a Eraldo (tel. 348 6519553).

Per mangiare, nella frazione di Sostino, c'è l'Osteria San Michele (tel. 0742 660766; 25 €). Per dormire scegliete uno dei casali restaurati di San Potente (via del Bosco, tel. 0742 670383; 50-85 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).