Si balla all'Arcigay

09 aprile 2011 
<p>Si balla all'Arcigay</p>

Torna a EMILIA ROMAGNA

DARIA BIGNARDI, giornalista. 
Conduce su La7 il programma Le invasioni barbariche, per cui si è aggiudicata diversi premi. Collabora inoltre con Vanity Fair.

 

«All'interno della Salara, bellissima sede attaccata al Mambo (il Museo d'Arte Moderna di Bologna), c'è il Circolo Arcigay (via Don Minzoni 18) che propone iniziative culturali e ospita una biblioteca sulla storia del movimento omosessuale, un consultorio e un club musicale. La sera apre il bar e d'estate c'è il giardino che diventa uno dei posti più divertenti dove ballare. Un altro posto a cui sono affezionata è l'Osteria del Sole (vicolo Ranocchi 1D), attiva dal 1465. Più che un locale, è un viaggio nel tempo: ci si può portare da mangiare e si può ordinare soltanto da bere.

Per le tagliatelle c'è la Drogheria della Rosa (via Cartoleria 10), sotto i portici medioevali, c'è una trattoria con un sapore da antica bottega ottocentesca. Di Bologna mi piace poi l'idea del museo diffuso: Genus Bononiae. Musei nella Città è un progetto che racconta la città e la storia dei suoi abitanti, un percorso artistico che utilizza le vie del centro come se fossero tanti corridoi e alcune chiese e palazzi come luoghi espositivi.

Tanti gli edifici restaurati e recuperati al pubblico: Palazzo Pepoli, in via Castiglione; Palazzo Fava, in via Manzoni; San Colombano, con la collezione di strumenti musicali, in via Parigi; Santa Maria della Vita, in via Clavature, con il museo della Sanità; San Giorgio in Poggiale, in via Nazario Sauro, biblioteca d'Arte e di Storia; pla Chiesa di Santa Cristina, in piazzetta Morandi, sede di concerti; San Michele in Bosco, nel piazzale omonimo, un grande belvedere su Bologna».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).