Spilimbergo (PN)

19 aprile 2011 
<p>Spilimbergo (PN)</p>

Torna a FRIULI VENEZIA GIULIA

 

A Spilimbergo il Medioevo è finito cinquant'anni fa. Nel 1958, gli ultimi eredi della casata dei Conti di Spilimbergo, giunti qui dalla Carinzia nell'XI secolo, hanno infatti dovuto vendere alla Chiesa gran parte delle loro proprietà, Duomo compreso, e rinunciare dopo oltre ottocento anni alla riscossione delle decime. Anche grazie a questo, il borgo ha conservato un'atmosfera autentica, con edifici come lo splendido Palazzo Dipinto, con balconi intarsiati nella pietra come pizzo e pitture rinascimentali, e quelli che ospitano il b&b di charme La Macia House (corso Roma 84, tel. 338 7625868; da 75 €). Da secoli qui sopravvivono attività diventate da esportazione, come l'arte musiva, attecchita nel Cinquecento grazie alle committenze di ricchi veneziani,e oggi coltivata nella storica Scuola mosaicisti del Friuli (tel. 0427 2077), da visitare per scoprirne l'evoluzione dalle origini grecoromane alle sperimentazioni di artisti internazionali. Per chi poi fosse interessato a realizzare un'opera musiva con le proprie mani, ci sono corsi che in 50 ore portano al risultato.

Qui sa di antico anche la tavola: Alla Torre, all'interno del palazzo del castello (piazza Castello, tel. 0427 50555; 35 €), dove si degustano baccalà e favette, lombetto d'agnello in crosta di menta e rombo con porcini.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).