La scelta di Vittorio Sgarbi

21 aprile 2011 
<p>La scelta di Vittorio Sgarbi</p>

Torna a FRIULI VENEZIA GIULIA

 

«Ogni volta che torno a Trieste e vado nei locali di quella libreria, dove Saba non ha fatto soltanto lo scrittore e il poeta ma ha anche lavorato in senso stretto, sento che lì il suo spirito è vivo. In realtà, oggi, quella libreria è una biblioteca, soprattutto della memoria, un luogo in cui si ha la sensazione di sentire che il Poeta ancora vi abita. Quando Saba vendeva libri, Trieste era il luogo in cui la letteratura europea esprimeva la sua più alta capacità di testimonianza, perché scrittori come Italo Svevo, James Joyce, Pier Antonio Quarantotti Gambini stavano creando una civiltà letteraria che aveva proprio Trieste come capitale». (da L'Italia delle Meraviglie, Saggi Bompiani, pag. 12).

MANGIARE Pepenero Pepebianco Design e creatività sia nella sala che in cucina, di ispirazione local (via Rittmeyer 14/a, tel. 040 7600716; 45 €).

DORMIRE Palace Suite Studios in stile newyorchese in un palazzo liberty (via San Nicolò, 34, tel. 040 367631; da 180 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).