Il cantuccio a me fatto

09 aprile 2011 
<p>Il cantuccio a me fatto</p>

Torna a FRIULI VENEZIA GIULIA

MAURO COVACICH, scrittore. 
Triestino, 46 anni, collabora con diverse testate, tra cui il Corriere della Sera e Vanity Fair.

 

Il fritolin «Ciottoli, vigneti e macchia mediterranea: è la spiaggia della Canovella degli zoppoli, sulla strada costiera, dove triestini e gli abitanti dei paesini di minoranza slovena scendono a fare il bagno e a mangiare a un vecchio "fritolin" (friggitoria)».

Per non dimenticare «La Risiera di San Sabba è monumento nazionale. Il complesso, costruito nel 1913, in Italia è l'unico esempio di lager nazista con forno crematorio. Ristrutturato negli anni Settanta, esprime ancora tutto il suo orrore e la sua forza (via Giovanni Palatucci 5)».

Strutture parascolastiche «Il ricreatorio, doposcuola pubblico alternativo all'oratorio, è un istituto ereditato dalla cultura asburgica. Io sono cresciuto al Lucchini (via Biasoletto 14)».

Pedalare «La nuova pista ciclabile che da San Giacomo ricalca il vecchio tracciato ferroviario verso la Slovenia è la terrazza panoramica a est».

L'angolo «La salita di via del Monte, a un passo dalla rocca di San Giusto, "il cantuccio a me fatto" della poesia di Umberto Saba».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).