La via dei santuari (SP)

19 aprile 2011 
<p>La via dei santuari (SP)</p>

Torna a LIGURIA

 

Se volete percorrerla tutta vi ci vorranno 7 ore (a piedi, ma si può fare anche in mountain bike o a cavallo) e un buon allenamento. Ma ci sono sentieri che da ogni borgo marinaro la intersecano più o meno all'altezza santuari. Fermatevi almeno sui sagrati: la vista sul mare delle Cinque Terre, tra castagni, lecci e pini è magnifica. L'ultimo dei santuari, se partite da Riomaggiore, è quello di Soviore, a Monterosso.

Le famose acciughe locali si comprano da Domenico, che la mattina presto ha il suo camioncino a Fegina, nella parte nuova del paese (dovete ordinargliele).

Nel borgo più antico, l'aperitivo si prende al Casello, nel vecchio casello ferroviario, a pochi passi dall'Hotel Porto Roca, dove cenare alla Terrazza: vista sul tramonto e servizio impeccabile (via Corone 1, tel. 0187 817502; da 40 €). Per dormire, in un palazzetto del Seicento c'è la Locanda Il maestrale (via Roma 37, tel. 0187 817013; 145 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).