Se la chiesa suona il rock

03 aprile 2011 
<p>Se la chiesa suona il rock</p>

Torna a LIGURIA

IVANO FOSSATI, cantautore.
Genovese, 59 anni, ha un figlio, Claudio, 37 anni, compositore e batterista, che accompagna spesso il padre in tournée.

È facile amare la Liguria, come del resto testimonia la grande attrazione che esercita su turisti italiani e stranieri. Io sono nato a Genova, conosco bene questa meravigliosa fascia di terra e faccio fatica a staccarmene. Per molti anni, il mio lavoro mi ha portato in giro per il mondo ma, con grande felicità, nel tempo mi sono sempre più convinto che l'unico posto in cui voglio veramente vivere è questo».

LE PRIME PROVE «Nel cuore antico del centro storico di Genova, c'è una piazzetta suggestiva che si chiama Cinque Lampadi (con la i finale). Lì c'è Gaggero, uno storico negozio di strumenti musicali che negli anni Sessanta aveva le sale prova (chiuse nel 1998, stanno per essere riaperte) per le orchestrine che suonavano sulle navi e per i primi complessi beat. Quelle piccole sale antiquate sono state importantissime per la musica genovese. Da quel negozio, conosciuto da almeno tre generazioni di musicisti, siamo passati tutti. Tutti abbiamo fatto le prove lì, tutti abbiamo imparato lì, tutti abbiamo comprato una chitarra, un pianoforte, uno strumento da Gaggero».

TIRAR TARDI «A 200 metri dal teatro Carlo Felice, c'è il ristorante Europa, l'approdo dei nottambuli. È frequentato infatti da compagnie teatrali, musicisti, cantanti, giornalisti che hanno appena chiuso le pagine in tipografia. È quasi un'istituzione, un'ancora di salvezza: quando finisci un concerto ed è già molto tardi, e sai che spesso i ristoranti ti chiudono la porta in faccia, c'è questo faro in mezzo alla città che ti accoglie sempre. Tra l'altro, è un posto perfetto per i cacciatori di autografi».

UNA VOCE PREZIOSA «Nella parte vecchia della città c'è la Basilica di Santa Maria delle Vigne, una delle più antiche di Genova. Al suo interno c'è un organo grandioso a tre tastiere, un Tamburini dei primi del Novecento, che ha sempre avuto il potere di attirare chiunque ai suoi concerti, anche chi in chiesa non va mai. Negli anni Settanta, i suonatori dei gruppi rock genovesi difficilmente si lasciavano scappare un appuntamento, perché la voce dell'organo è preziosa, perfetta. E gli organisti che venivano invitati a suonare erano spesso grandissimi musicisti. Le persone che conoscono e apprezzano la musica, a Genova e non solo, sanno bene che quando viene proposto un concerto o un oratorio, in quella chiesa, è un evento da non perdere».

ANNI CINQUANTA «A Levante, alle spalle di Bonassola, c'è Montaretto, un minuscolo paese, una piccolissima oasi perfettamente conservata dell'Italia degli anni Cinquanta: una via di mezzo tra i film di Don Camillo e quelli tipo Pane, amore e fantasia con De Sica e la Lollobrigida. C'è una chiesa, un ristorante e ancora resiste una Casa del Popolo dove si può mangiare, ballare e non è nemmeno richiesto di essere di sinistra. È un meraviglioso esempio di ecumenismo: chiunque passi è ben accolto. Nel paese non c'è nient'altro, tutto il resto è a picco sul mare: una bellezza senza pari».

UN GIOIELLO NASCOSTO «Amo appassionatamente la Liguria interna che è di una bellezza che lascia senza fiato. Nella valle Sturla, alle spalle di Lavagna, c'è l'Abbazia di Borzone, uno dei posti più sorprendenti di tutta la regione. Costruita sulle rovine di una fortezza bizantina prima dell'anno Mille, ha un fascino potentissimo. Dalla strada è praticamente invisibile: ci si inerpica per una stradina piccolissima e improvvisamente compare l'abbazia. Intorno c'è un silenzio irreale, e un panorama incontaminato che riporta di prepotenza nel passato».

ANNIVERSARIO «Nel Tigullio, a Chiavari, nel palazzo chiamato della Società Economica, viene ospitato il Museo del Risorgimento, piccolo ma molto ricco di reperti, cimeli, lettere, volantini e altre documentazioni originali, affiancato a una biblioteca modernissima. Si tratta di una realtà poco conosciuta ma, in questo momento particolare dei 150 anni dell'Unità d'Italia, una visita in questo luogo può davvero essere illuminante».

GLI INDIRIZZI DI IVANO

Music Center Gaggero piazza Cinque Lampadi 63/r, Genova
Ristorante Europa galleria Giuseppe Mazzini 53/r, Genova
Insigne Collegiata e Basilica Santa Maria delle Vigne vico Campanile delle Vigne 5, Genova
Museo del Risorgimento via Ravaschieri 15, Chiavari (Ge)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).