Io ballo al Lutrario

08 aprile 2011 
<p>Io ballo al Lutrario</p>

Torna a PIEMONTE

GINEVRA ELKANN, vicepresidente Pinacoteca Agnelli. 
Nipote di Gianni e Marella Agnelli, è nata a Londra nel 1979, ha studiato alla London Film School. Ha sposato Giovanni Gaetani.


«In centro, in uno degli angoli di Piazza Castello, non bisogna mancare un piccolissimo caffè. È Mulassano (piazza Castello 9, tel. 011 547990), un luogo che conserva la sua storicità e che prepara dei tramezzini deliziosi. Per mangiare una pizza che non si dimentica, c'è la Pizzeria da Michele (piazza Vittorio Veneto 4). Un ristorante che mi piace sempre (e non c'entra che sia famoso e sia stato apprezzato da Grace Kelly e dal presidente Pertini), è Al gatto nero (via Turati 14).

Per ballare, Torino può svelare luoghi meravigliosi. Tra tutti, la sala da ballo Il Lutrario (via Stradella 8) in zona Borgo Dora. È stato progettato da Carlo Mollino e conserva arredi e memorie di una ballroom degli anni Cinquanta. Tra le gallerie, sicuramente quella di Franco Noero (via Giulia di Barolo 16/D), in zona Vanchiglia.

Immancabile, ma solo per appassionati, il Museo Casa Mollino (via Giovanni Francesco Napione 2) diretto da Fulvio e Napoleone Ferrari, che conservano capolavori di uno degli architetti più noti al mondo. Se amate i fiori, usciti dalla città, andando verso Moncalieri, sulla strada Torino, il negozio delle sorelle Villa è bellissimo (Strada Torino 43)».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).