La gianduia perfetta

08 aprile 2011 
<p>La gianduia perfetta</p>

Torna a PIEMONTE

STEFANIA BERTOLA, scrittrice. 
Nata a Torino nel 1952, è anche sceneggiatrice e autrice radiofonica. Tra i suoi successi, Ne parliamo a cena e A neve ferma (Salani). Ultimo libro: Il primo miracolo di George Harrison (Einaudi).

 

Vecchia atmosfera «È in centro, nel Quadrilatero Romano, ma non ci arrivi per caso. Per le signore di Torino è solo "il negozio di stoffe" di via Monte di Pietà, ma Russo Stoffe (via Monte di Pietà 15) è una specie di caverna di Aladino fatta di piccole stanze dove si affastellano rotoli su rotoli. Numi di questo mondo sono due anziane signore che al primo sguardo sembrano delle fate, ma al primo contatto confermano il cliché torinese falso cortese: sono antipaticissime».

Una piazza «Largo Moncalvo: sembra ritagliato da un libro inglese per bambini, tanto è perfetto e tranquillo. Una vera meraviglia».

La biblioteca «La settecentesca Villa Amoretti (corso Orbassano 200) è un'avveniristica biblioteca in periferia. Prendo in prestito un libro e vado a leggermelo su una panchina del parco Rignon».

Cuneesi &Tartufi «È in periferia, ma L'artigiano del dolce (via Foligno 68, tel. 011 2218312) fa i cuneesi, preferiti, tartufi e gianduiotti più buoni della città».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).