Cave dell'Enfer

13 aprile 2011 
<p>Cave dell'Enfer</p>

Torna a VALLE D'AOSTA

I circa cento soci della Coopérative de l'Enfer producono tra le 60 e le 70mila bottiglie all'anno. I vigneti li vedete dall'autostrada, sulla sinistra orografica della Dora Baltea, abbarbicati sulle pareti della montagna e per questo ancora oggi totalmente lavorati a mano. Potete andarci, con una bella camminata, prenotando alla Coopérative de l'Enfer: dopo il trekking enologico, è prevista una visita alla cantina con degustazione (via Corrado Gex 52, tel. 0165 99238).

A due passi si mangia: a Le Vigneron fanno in casa anche il pane (tel. 0165 99218; 30 €). Per dormire conviene spostarsi di pochi chilometri fino al b&b Lo Djoua de Toueno: è bellissimo (Loc. Chamençon, tel. 348 5274314; 80 €).

L'unico produttore di Enfer extracooperativa è Danilo Thomain, che per primo ha ottenuto la denominazione di origine controllata, nel 1972: i suoi vigneti sono più in basso, nella più soleggiata conca dei calanchi, e potete visitarli chiamandolo al numero 347 8646921.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).