Rifugio Bassano (VI)

19 aprile 2011 
<p>Rifugio Bassano (VI)</p>

Torna a VENETO

 

Questo itinerario inizia con l'arte per finire all'insegna della natura. Si parte da Maser, località che ha legato il suo nome alla più preziosa delle dimore realizzate dal Palladio, Villa Barbaro Volpi. Una destinazione che vale da sola il viaggio, ma si prosegue per i colli di Asolo, borgo medievale fra i più belli e meglio conservati del Veneto, poi per Possagno, dove si visita la Gipsoteca del Canova. Tutto in una ventina di chilometri. Poi, si sale verso Crespano del Grappa, e da qui al Riugio Bassano, a quota 2.000: ed ecco che lo sguardo si apre fino a coprire 140 km in linea d'aria: i colli Euganei, le Prealpi, le Pale di San Martino, il campanile di San Marco a Venezia e persino Trieste.

Una volta arrivati al Rifugio Bassano (tel. 0423 53101; 17 €), si degustano gnocchi al formaggio di malga, bigoli al cervo e bocconcini di vitello. Per avere il tempo di apprezzare tutto con calma, a Maser c'è l'agriturismo Via Giardino (via Giardino 13, tel. 0423 529290; 70 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).