Tricarico (MT)

20 giugno 2011 
<p>Tricarico (MT)</p>

Torna a BASILICATA

 

Nelle campagne che circondano Tricarico un tempo passava uno dei sentieri per la transumanza più battuti della regione. Ma queste sono anche zone di innumerevoli aree archeologiche, mentre nel borgo, che diede i natali al poeta e scrittore Rocco Scotellaro, sono riconoscibili elementi di chiara matrice araba, come stretti vicoli ciechi, orti saraceni, giardini terrazzati, concentrati soprattutto nei rioni Rabatana e Saracena. Da vedere sono la torre normanna, del IX-X secolo, la cattedrale, risalente al 1061, e il rinascimentale Palazzo Ducale. Infine, il convento di Santa Chiara, ricavato nel 1333 in un preesistente castello, e l'annessa cappella del Crocifisso, internamente affrescata.

Di Tricarico sono celebri anche il carnevale, con maschere e rituali che rimandano alla transumanza, e le ottime carni di suino nero, rielaborate in mille modi nel ristorante Il Campanaccio (località Tre Cancelli 3, tel. 0835 723229; 25 €). Per concedersi un po' di relax immersi nella natura, l'indirizzo giusto è il b&b Vecchio Palazzo (borgo Calle, tel. 0835 725007; 50 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).