La grotta del Romito (CS)

20 giugno 2011 
<div
style="color: #000000; font-family: Verdana,Arial,Helvetica,sans-serif; font-size: 10px; background-color: #ffffff; margin: 8px;">
<p>La grotta del Romito (CS)</p>
</div>

Torna a CALABRIA

 

Risalgono a circa 10.500 anni fa i buoi incisi nella grotta del Romito, vicino a Papasidero, uno dei siti più interessanti del paleolitico. Oltre alle figure di animali ci sono anche graffiti astratti, e i resti di una necropoli. La si può raggiungere comodamente in macchina, ma se vi sentite di camminare (a lungo) c'è un sentiero che parte da Papasidero (con i ruderi di un castello feudale), costeggia il fiume Lao e, un po' in salita, prosegue fino a Massa: se siete stanchi, alla Fonte dell'Affitto potrete trovare ricovero e informazioni in una fattoria della zona.

Per dormire, conviene spostarsi a Mormanno. La Dimora della Zarina è un inatteso tuffo nel design: tre belle camere con muri di pietra a vista (vico San Francesco 6, tel. 0981 841178; 60 €). In paese si mangia bene un po' dappertutto, ma se volete assaggiare le tipiche lenticchie rosse (presidio Slow Food), fanno ottime zuppe all'Osteria del Vicolo (vico San Francesco 5, tel. 0981 80475; 25 €). Altra specialità locale sono i bocconotti, dolci di pasta frolla ripieni di crema pasticciera o di ciliegia: i migliori si comprano da Donn's Snack Bar (via Roma 17).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).