Pizzo Calabro (VV)

20 giugno 2011 
<p>Pizzo Calabro (VV)</p>

Torna a CALABRIA

 

I pizzitani la chiamano semplicemente «a madonnella». Ma nelle grotte scavate nel tufo davanti al mare, troverete molto di più. L'idea fu di un artista locale di fine Ottocento, Angelo Barone (che passò il testimone al figlio Alfonso): la pietra è diventata un presepe, San Gregorio, angeli, la Madonna del Rosario e così via. Kitsch? Nemmeno un po': le cento statue hanno volti consumati dal tempo che si illuminano quando nelle grotte filtra il sole, diventando molto suggestive. Usciti, fate un salto al Museo del mare, con più di 100.000 conchiglie (via Prangi, loc. Marinella, tel. 0963 534903).

Si mangia e si dorme a Praia a Mare (ma ne vale la pena): l'hotel Porto Pirgos, su un promontorio, è a strapiombo sul mare (loc.Marina di Bordila SS 522, tel. 0963 600351; 210 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).