Cuma (NA)

20 giugno 2011 
<p>Cuma (NA)</p>
PHOTO MASSIMO BORCHI -

Torna a CAMPANIA

 

Arrivare a Cuma dall'anno scorso è più semplice: sulla linea ferroviaria è stata inaugurata una stazione per fermarsi proprio qui, nella più antica colonia greca d'Italia. Da vedere c'è molto per gli appassionati di archeologia che, già ai piedi dell'acropoli, possono entrare nell'Antro della Sibilla, un cunicolo militare romano.

Nella foresta di Cuma vengono spesso organizzati eventi culturali e, durante tutti i fine settimana, si può fare tree-climbing o vedere spettacoli notturni di lucciole. A 7 chilometri da lì, a Bacoli, per chi fosse ancora in cerca di tracce del passato, c'è Piscina Mirabilis. Sembra un'immensa cattedrale e invece è la cisterna più grande che sia mai stata costruita (12.600 metri cubi), che due millenni fa funzionava da bacino idrico per l'approvvigionamento della flotta romana di stanza a Miseno. Per arrivarci, cercate via Piscina Mirabile e al numero 9 chiedete della signora Giovanna, che ne ha le chiavi.

Si può dormire in una delle sei camere di Villa Giulia (via Cuma Licola 178, tel. 081 8540163; 100 €) e mangiare a Lucrino, all'Osteria & Wine Bar Abraxas (via Scalandrone 15, tel. 081 8549347; 35 €): ottimo lo spezzatino all'Aglianico con il puré.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).