La mia piccola California

15 giugno 2011 
<p>La mia piccola California</p>
PHOTO FRANCESCO ESCALAR -

Torna a PUGLIA

RICCARDO SCAMARCIO attore
È nato ad Andria 31 anni fa. Lo vedremo nei panni di un poliziotto nella fiction Il segreto dell'acqua, in onda in autunno su Rai Uno.

 

«In Puglia mi sento a casa come da nessun'altra parte. Riflettevo l'altro giorno che è un posto speciale. Una penisola nella penisola. Bagnata da due mari. Lunghissima e quasi sempre pianeggiante, 590 chilometri tutti da scoprire e con una densità di abitanti bassissima. La Puglia per qualche strana ragione è rimasta un po'... una regione dimenticata. Pur essendo attaccata all'Italia, assolutamente ben collegata, facilmente raggiungibile, ha però qualcosa che nessun'altra regione ha: è la porta all'Oriente. In Puglia c'è storia e c'è natura. Ti puoi perdere per ore e ore nel fitto della Murgia e puoi godere della vista di palazzi che si gettano a picco nell'acqua. Nella mia terra questo è incredibile. Quanto la natura e l'uomo possano convivere e dare a chi visita la Puglia la possibilità di scegliere una solitudine trasmessa da questi pomeriggi estivi quasi senza tempo a contatto con la terra o il contrario: città, borghi, porticcioli, paesini dove si incontra chi cerca il piacere dei sapori, i cibi, i vini e la convivialità.

Ci sono città incantate, come Andria, dove sono nato anche se sono cresciuto a Trani. Andria come la si può dimenticare? Con quel castello meraviglioso, Castel del Monte, una costruzione federiciana di una magia assoluta, con le sue torri e la pianta ottagonale e questa pietra chiara che incanta. Ma da sempre noi andriciani l'estate andiamo al mare a Trani, un paese con questo porticciolo molto bello, sullo sfondo di monumenti che vanno dal Medioevo al periodo di Federico II e poi quello angioino e aragonese. C'è un'acqua meravigliosa lì e l'acqua ricostruisce nel mare i profili delle costruzioni antiche: che dire? È la mia terra. Il mio sangue.

La Puglia per me è anche Otranto, con le mura a strapiombo sull'acqua. Pietre che raccontano dei bizantini, del Regno di Napoli. Ma oltre a queste città dove la storia vibra, ho un posto mio segreto, privato... che è abbastanza grande però: la Murgia. Io la chiamo la mia piccola California: hai l'infinito sempre accanto a te e in realtà non c'è niente. Soltanto terra con la roccia calcarea e il cielo. Quel cielo, soprattutto al tramonto, fa dei giochi di luce irripetibili. È viola d'inverno, con dei nuvoloni minacciosi, imponenti che si colorano di tinte insolite, che trovi solo lì. Cielo e terra, ripeto. Con l'odore della terra che ti inebria e che si sposa con una delle mie tante passioni di cui parlo raramente.

Vado a funghi: un viaggio nel viaggio. In quei momenti vivo degli istanti in cui la mia mente si arresta. Smetto di pensare. Cammino da solo in queste pinete, nei boschi di lecci. Lì sono veramente tutt'uno con l'universo. Con il cosmo. Questa è la mia Puglia con la natura. Ma c'è l'altra Puglia, come dicevo, quella della convivialità, dello stare insieme, del cibo che si sposa a posti unici. Uno dei miei luoghi preferiti è un paesino a una trentina di chilometri da Bari, verso sud: Polignano a Mare. Case bianche, viottoli, il mare e questo ristorante che si chiama Grotta Palazzese: divino. Un altro posto pazzesco, introvabile in un'altra regione è a Trani. Un ristorante dove si mangia da Dio: La banchina, sul porto. Dove la sera non sai se godere più di quello che vedi intorno o di quello che mangi. Cibo perfetto in una cornice unica».

GLI INDIRIZZI DI RICCARDO

GROTTA PALAZZESE via Narciso 59, Polignano a Mare (Ba), tel. 080 4240677. 
LA BANCHINA via Banchina al Porto 16/18, Trani, tel. 0883 584747

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).