Cala Goloritzé (OG)

20 giugno 2011 
<p>Cala Goloritzé (OG)</p>
PHOTO JOHANNA HUBER -

Torna a SARDEGNA

 

Ci si va solo a piedi, per questo è speciale. Si parte dall'altopiano di San Pietro, sopra il paese di Baunei, e si imbocca il sentiero segnalato che scende lungo un canalone verso il mare. Un'ora di passeggiata nel cuore del bosco, per arrivare in uno dei paradisi del Mediterraneo, Cala Goloritzé. Una mezzaluna di sabbia bianca e un mare blu, con un pinnacolo di roccia che sale dall'acqua: una delle pareti di arrampicata sportiva più scenografica. È alto 140 metri e sono state tracciate 21 vie (alcune a firma Manolo). Se dopo la giornata non ve la sentite di rifare la strada, raggiungete la Spiaggia dei Gabbiani, poco più a nord, da dove partono le barche per Santa Maria Navarrese. Unico problema? Recuperare l'auto. Altra chance: andarci in kayak, ma bisogna essere abbastanza esperti (tel. 348 9369401, cardedu-kayak.com; 70 €).

Per dormire scegliete il design-hotel sul mare Lanthia Resort (lungomare Santa Maria, tel. 0782 615103; da 108 €). Per mangiare andate a Tortolì da Lenin. La pescatrice con carciofi è ottima (via Gemiliano 19, tel. 348 5445555; 35 €).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).