Gavoi (NU)

20 giugno 2011 
<p>Gavoi (NU)</p>

Torna a SARDEGNA

 

Barbagia doc e pecorino dop. A Gavoi si viene per provare il Fiore Sardo: sapore forte, gusto piccante, molto stagionato e leggermente affumicato (su legni della macchia mediterranea). Si esportava già nel '700 a Genova per fare il pesto, a Lecce ne vanno matti, e chi lo prova non può tornare senza una forma (peso: 4 kg, prezzo medio 13 € al kg). A piedi in paese, su e giù tra strade e case di granito, fermatevi da Sa Cannizza dove Patrizia vi farà degustare il pecorino migliore e la fantastica crema di formaggio, un mix di Fiore Sardo e ricotta stagionata da spalmare (via De Gasperi 39). Da mangiare con il pane carasau cotto nel forno a legna da Angelo Mordeu lì accanto (via Roma 38). Visitate anche i caseifici della zona, come Alessandro Seda (loc. Gaddugulo, tel. 348 5661922) e Andrea Marchi (loc. Istelazze, tel. 329 3737053).

Per pranzo: Santa Rughe (via Carlo Felice 2, tel. 0784 53774; 25 €); per dormire ci si sposta a Fonni all'agriturismo Muggiana (strada provinciale Fonni-Desulo, tel. 0784 57579; da 90 €). A proposito di pecore: potete tenerne d'occhio una da vicino, e ricevere il formaggio a casa adottandola su sardiniafarm.com.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).