Quella luce d'oro

21 giugno 2011 
<p>Quella luce d'oro</p>

Torna a SICILIA

 

ELEONORA ABBAGNATO ballerina
33 anni, è étoile dell'Opéra di Parigi. Ha recitato nel 7 e l'8 di Ficarra e Picone e pubblicato la sua autobiografia Un angelo sulle punte con Rizzoli

«Difficile raccontare la città dove ho vissuto in modo continuativo solo fino a 9 anni. Più che luoghi precisi, nel ricordo sono vive le emozioni, le sensazioni, i profumi che hanno accompagnato la mia infanzia. Comunque il posto che è impresso nella mia memoria è la spiaggia di Mondello. È un pensiero che spesso mi ha guidato nelle lunghe notti parigine, lontano dalla mia terra e dalla mia famiglia. Come tutte le città ricche di storia, anche Palermo manifesta il suo fascino in ogni stagione e momento della giornata. Se però devo esprimere una preferenza è per certi tramonti estivi, quando la città sembra essere immersa in un pulviscolo di luce dorata.

Ecco, se poi in quell'ora arrivo a Mondello e intravedo il mare di scorcio, tra le stradine, quello è un momento che considero indimenticabile, mio davvero, vicino alla mia natura. Come lo sono le parole di un proverbio siciliano che mi corrisponde: "Iunciti cu li megghiu e facci a spisa pà via" che invita a frequentare sempre le persone migliori anche se bisogna pagarne il prezzo... Ogni volta che ritorno, provo sensazioni di forza e grande energia che nessun altro luogo al mondo è in grado di darmi. Il cibo, per esempio. A Mondello mi piace andare al Bye Bye Blues (via del Garofalo 23, tel. 091 6841415) con tutte le sue specialità marinare, tra cui la pasta con i ricci, oppure dalla Signora Nelli alla trattoria Sympathy (via Piano Gallo 18, tel. 091 454470).

Anche per comprare qualcosa di speciale Palermo è imbattibile. Ci sono diverse botteghe artigiane nei vicoli del centro per acquisti originali. Per i gioielli antichi una garanzia è Fecarotta in via Ruggero Settimo, mentre per l'antiquariato vale la pena entrare in uno dei negozi storici di corso Alberto Amedeo. La mia Palermo è una città dove potrei ballare senza palco né luci, in una delle sue piazze più belle: piazza Pretoria, con le sue fontane. Un fondale meraviglioso di animali marini, figure umane, tritoni e sirene».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).